mercoledì 27 marzo 2013

Pasqua



E così ci avviamo verso la Pasqua, accompagnati da un tempo davvero inclemente.
Io sono forse tra i pochi che preferiscono la Pasqua al Natale e questo quasi fin da bambina.
Uno dei propositi che mi ero ripromessa di portare a termine durante la Quaresima riguardava il cibo, con la rinuncia alla carne e al pesce. Scelta appoggiata da subito da due delle mie figlie. La necessità di variare i pasti scegliendo un menù che non comprendesse quelli eliminati ma che non facesse un uso eccessivo di formaggi e uova, è stata di stimolo e ci ha dato l'occasione di provare nuovi sapori. 
E' un peccato che il mio orto non offra nulla in questo periodo di risveglio e di rinascita, ho cominciato a seminare ma è troppo presto per i raccolti, inoltre questo freddo non aiuta!

Nonostante questo, decisa a non farmi impressionare dalla pioggerella, ieri mattina sono uscita  armata di stivali di gomma, cappellino stile Queen Elizabeth (e meno male che Carla e Enzo non erano nei paraggi!!) zappette e qualche busta di semi pronta per sistemare alcuni vasi in giardino. Dopo nemmeno tre quarti d'ora avevo le mani intirizzite, ero completamente sporca di fango e con il morale sotto terra... inutile sfidare la furia degli elementi! 

Però qualche piccola scoperta l'ho fatta. Per esempio, non mi ero assolutamente accorta che il prezzemolo piantato lo scorso anno si era rinfoltito e rinverdito.


Tra la terra ormai fanno capolino le mie insalate, anche se a mio avviso, sono un po' pallidine per  via della mancanza di sole! 

Altra sorpresa per l'esperimento delle carote in vaso: tanti piccoli ciuffi di un tenero verde che ho provveduto a diradare per fare in modo che quelle rimaste abbiano lo spazio per crescere, le carote eliminate sono lunghe, strette e di un rosa appena accennato... staremo a vedere!


Nell'orto ha fatto la sua comparsa l'ortica, tanti piccoli getti che ho raccolto e per la prima volta ho provato ad utilizzare in cucina. Ho letto infatti che l'ortica possiede molteplici proprietà curative, anche se immagino che nelle preparazioni un po' più elaborate vadano perse. L'ho utilizzata per preparare dei tortini, assai pochi però perché dopo la scottatura, come avviene per esempio con gli spinaci, il loro volume è calato notevolmente.



Tortini di farro all'ortica (Quiches rustique da Saper mangiare ed. Pegasus)


3 tazze e 1/2 di farina di farro integrale
172 tazza di olio di mais
172 tazza circa di acqua
1/4 di cucchiaino di sale

per il ripieno: ortica (oppure spinaci)

per la finitura : 1 uovo

Mescolate farina, olio, sale e acqua fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso che lascerete riposare avvolto in un foglio d'alluminio per almeno mezz'ora.
Lavate benissimo le ortiche, (i guanti mi raccomando!!) io le ho lasciate a bagno nell'acqua e bicarbonato, sbollentatele in acqua salata, sgocciolatele e tritatele con la mezza luna, stesso procedimento per gli spinaci che potete far saltare però con un poco di burro.
Foderate dei piccoli stampi con la pasta tirata con il mattarello e tagliata in piccoli dischi, metteteci un po' di ripieno, coprite con un altro dischetto, pennellate la superficie con l'uovo leggermente sbattuto.
Infornate a 180° per circa 20 minuti.
Il sapore dell'ortica è molto delicato, forse appena acidulo ma gradevole.

Giunti al termine del post, non mi resta che salutarvi ed augurarvi una...

Buona Pasqua

40 commenti:

  1. ciao, che bello avere un orto.
    Se non hai provato il risotto all'ortica cucinalo e sentirai... a presto

    RispondiElimina
  2. Amica mia.. mi sorprende e mi rallegra ogni volta vedere quanto tu mi assomigli sotto certi aspetti. Questo grigiore aveva fatto dimenticare che comunque la Natura non si arrende: così capita che anche io, presa da sconforto e da una immensa voglia di sole e calore.. dimentichi di uscire in giardino per vedere che qualcosa sta crescendo, qualcosa silenziosamente rinfoltisce.. qualcosa mette boccioli e sussurra: 'vedrai, non avrai freddo ancora a lungo'. E in quanto a Pasqua.. eccomi tesoro!! Io la preferisco di GRAN LUNGA al Natale!!! Un abbraccio, cuore immenso. Che questa festa, sebbene fredda e piovosa quest'anno.. ti porti gioia, calore, amore e sorprese stupende! TVTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Ely, è proprio così... un grande abbraccio e ancora tantissimi auguri!!!

      Elimina
  3. Ogni volta che atteaverso il mio giardino mi prudono le mani: quanta voglia di togliere le erbacce, di sistemare il prato, di piantare la nuova rosa inglese....dai , portiamo pazienza, prima o poi il sole si farà vedere e nei nostri giardini ed orti sarà un esplosione di colori, profumi e primizie.
    I tuoi tortini sarebbero perfetti per un pic nic di Pasquetta!!!
    Buona Pasqua a te
    Baci
    Erica

    RispondiElimina
  4. ecco uno degli inconvenienti di avere l'orto sul terrazzo: non cresce l'ortica!

    ottimo suggerimento gastronomico e ... buona pasqua dalla riviera romagnola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella, ancora tanti auguri!

      Elimina
  5. Che belli questi tortini...vorrei farti una domanda, il prezzemolo dove é meglio metterlo? Non riesco a farlo crescere...baci e buona Pasqua :)

    RispondiElimina
  6. E'arrivato il momento della "rinascita"! La primavera e la Pasqua ci portano fuori dal grigiore invernale...tutto si rigenera! Un grande abbraccio e un augurio di una felice Pasqua con la tua meravigliosa famiglia!:-)Baci, baci!
    La ricetta è deliziosa, l'ideale per una merenda sul prato!

    RispondiElimina
  7. Anche noi dobbiamo provare con le carote in vaso! Nell'orto non sono cresciute! :(
    Deliziosi i tortini!!! :)

    RispondiElimina
  8. Intanto tanti auguri anche a te ed alla tua famiglia.
    Come già scrivevo nel post precedente anche noi cerchiamo di mangare meno carne, ma con un marito che non mangia legumi e verdura di questo periodo è un po' un problema.
    Mi sono convinta a comperare due melanzane che farò questa sera fritte conil prosciutto e le sottilette, ieri ho fatto un rotolo di spinaci e ricotta, ma non è stato molto gradito, lo ha magiato, ma giusto perchè non c'era altro, devo solo sperare che con il passare del tempo modifichi ancora il suo modo di mangiare.
    Già ha fatto passi da gigante, ma per i miei gusti sono troppo pochi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti aspetta una bella sfida... però non avere fretta, così piano piano tuo marito non se ne accorgerà nemmeno!Ciao!

      Elimina
  9. Yummm... interessanti questi tortini... Le violette diciamocelo... fanno sempre la loro discreta figura!!!
    Un bacione e tanti auguri di Buona Pasqua...

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    mamma mia il tuo prezzemolo è bellissimo, se lo vede la mia mamma te lo ruba ahuahuahuahua
    Bella anche la ricetta, proverò a farla senza glutine, speriamo bene!!!! ;)
    Per il tempo concordo con te, marzo è pazzo, ma quest'anno sta esagerando.
    Buona pasqua a te e alla tua bella famiglia.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. auguri carissima...ci vediamo domenica!

    RispondiElimina
  12. Si riesce a percepire il profumo dalla foto. Complimenti per la tua perfetta quaresima. Buona Pasqua, ti seguo. :D

    RispondiElimina
  13. Buona Pasqua anche a te, i tuoi racconti dei lavori dell'orto rendono proprio l'idea di primavera che sta arrivando e di serenità...ancora qualche settimana di pioggia e freddo, ma prima o poi il caldo arriverà, e allora raccoglierai i frutti del tuo lavoro, con molta soddisfazione...

    RispondiElimina
  14. Grazie Geillis, ancora tanti auguri!

    RispondiElimina
  15. Ciao Lolle, tanti auguri anche a te e famiglia!
    Le violette iniziano a vedersi anche nel mio giardino...!
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  16. Buona Pasqua e buona primavera, Lolle...prima o poi arriverà davvero...tienici informate sulle tue carote in vaso, le mie in campo vengono sempre invase dalle erbacce.

    RispondiElimina
  17. sai che nonostante il tempaccio sono sempre riuscita ad utilizzare il mio prezzemolo sul terrazzo per tutto l'inverno? e ora sta spuntando l'erba cipollina...ho tanto bisogno di primavera...

    RispondiElimina
  18. Mentre leggevo il tuo post sorridevo pensando al mio orto ancora coperta da una bianco mantello di neve e ghiaccio!
    Sei forte nel racconto e nella cura del tuo orto!
    Grandiosa lolle!
    Ti auguro una Buona Pasqua e un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
  19. grazie per questa ricetta, ma io sono piena di ortiche nei vasi in terrazza ... veramente ha fatto anche i fiori ...
    buona pasqua a te carissima Lolle!

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia il tuo orticello Lolle, la natura si sta risvegliando, speriamo che la primavera arrivi presto, non se ne può più di questa pioggia!!!!! Grazie dei tuoi carinissimi commenti che sempre mi lasci, sei tanto cara..... Un abbraccio grande e auguri di una serena Pasqua!

    RispondiElimina
  21. Buona Pasqua anche a te !
    Bacioni!

    RispondiElimina
  22. Per Pasqua mi sono regalata sei piantine di fragole: attecchiranno con questo freddo che fa pensare più a gennaio che ad aprile? Chissà....
    Io, nonostante tutto, aspetto la primavera.
    Buona Pasqua a te e alla tua famiglia.
    Claudette

    RispondiElimina
  23. anche il mio compagno sta ripulendo l'orto in questo periodo, oggi ha piantato i piselli perchè vanno piantati prima delle altre piante (non mi chiedere il motivo...) buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  24. Grazie per essere passata da me, buona Pasqua!

    RispondiElimina
  25. Tanti auguri Lolle!!!! Una buonissima Pasqua a te e famiglia!! interessanti i tortini di farro all'ortica!.. passar da te mi ricorda prepotentemente che devo metter mano al mio giardino/orticello.. è strapieno di erba, ma manco da un pò da casa e allora ho trascurato!!.. un abbraccio e ancora buona pasqua!!

    Stefy

    RispondiElimina
  26. Buona Pasquetta....che meraviglia qui...
    Tortini di farro all'ortica...devono essere molto buoni! Alla vista sono meravigliosi!
    Così come tutte le cose che la Natura ci dona.

    A presto

    Lena

    RispondiElimina
  27. Tu sei donna tosta e temeraria... A me col cavolo che mi trascini nel mio giardinetto quando piove. Non c'è cappello che tenga. Anche io avevo notato che il prezzemolo andava alla grande. in realtà in un giorno di quiete avevo cimettato le mente e adesso stanno andando alla grande. Ho notato rispuntare le fragole e il mirto che pensavo di aver tagliato tutto... sta rispuntando bello, stavolta!!! E di ortica figlia mia... ovunque! Mi armerò di guanti resistenti. Io generalmente la estirpo, perché in realtà ne cavi veramente poca Ma stavolta sono in tempo poter provare questi tuoi tortini veramente invitanti!!!! Un abbraccio grande tesoro!!! Bacione!

    RispondiElimina
  28. buoni questi tortini...e belle foto del tuo orto.
    ciao ciao da claudette

    RispondiElimina
  29. anch eio preferisco la pasqua sarà perchè si va verso il bel tempo? complimenti per la ricetta che valorizza l'ortica ricordo da piccolo con l'ortica si faceva la zuppa e perfino le lesagne

    RispondiElimina
  30. Questi tortini sono fantastici e complimenti per le splendide fioriture!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  31. per pasquetta sarebbe stato fantastico, divorare quei tortini scoprendo le meraviglie del tuo orto, ciao Marina

    RispondiElimina
  32. non avevo proprio mai pensato alle carote da far crescere in vaso... ci proverò anch'io! E per quanto nei miei vasi l'ortica è cresciuta a iosa, pur sapendo che si può cucinare, non mi sono sentita all'"altezza" di provarla.... chissà, forse se avessi modo di assaggiarla mi verrebbe più voglia.... Dai, che per il sole manca poco!:-) baci

    RispondiElimina
  33. ormai per vedere i fiori a primavera inoltrata bisogna venire qui da te!!!! il tempo è ancora così incerto che nn invoglia a mettere fuori nemmeno i vasi!
    che meraviglia quei tortini, hai fatto bene a utilizzare le ortiche!!! ricordo una volta andava di gran moda il risotto o il pasticcio con le ortiche!

    RispondiElimina