martedì 12 marzo 2013

Pane e viole

I blog di cucina sono stati una bella scoperta, bella ma soprattutto utile, infatti la mia cucina si è arricchita di tante ricette nuove, che viaggiano attraverso la rete in questo magnifico scambio di informazioni che non conosce confini. Adoro sperimentare e spesso prendo spunto dai vostri blog, le ricette proposte e già sperimentate sono sempre una garanzia: mio marito e le mie figlie vi ringraziano!!

E' così che ho scoperto la ricetta per la preparazione del pane perfetta per me: il no knead bread.
Il no knead bread, il pane cioè senza impasto è diventato il nostro pane quotidiano, questa preparazione, scoperta nel blog di Ikka "SemplicEcologico" è davvero di facile esecuzione tanto che ogni due giorni nel mio forno cuoce una nuova pagnotta!

Io ho aumentato le dosi e utilizzo ogni volta farine di diverso tipo ma sempre di agricoltura biologica, da quella integrale di frumento a quella di grano saraceno oppure di segale, magari con l'aggiunta di noci o di semi.
Quella che segue è la variante con la farina integrale proposta da Ikka.

Ingredienti:

400 g farina integrale 
100 g farina 0
10 g sale integrale
1 g di lievito secco (1 cucchiaino da caffè scarso)
350 ml di acqua leggermente tiepida 
semola di grano duro per spolverare

Versare le farine, il lievito e il sale in una terrina capiente, mescolare gli ingredienti ed aggiungere l'acqua a poco a poco,ora mescolare di nuovo con un cucchiaio di legno per uno o due minuti.

Coprite la terrina con la pellicola e lasciate lievitare per  20 ore circa.

Trascorso questo tempo, infarinate il piano di lavoro e versatevi l'impasto, spolverandolo con un po' di farina 0 e di semola di grano duro. A questo punto dovrete praticare le pieghe (io non sapevo cosa fossero e ho dovuto documentarmi!!) in sostanza dobbiamo ripiegare i bordi del nostro impasto verso il centro, con delicatezza per non  rompere le bolle che si sono formate all'interno dell'impasto ( non so se ho ben capito ma il risultato è comunque ottimo quindi non indago ulteriormente!). 




A questo punto infariniamo uno strofinaccio e mettiamoci l'impasto con le famose pieghe rivolte verso il basso, chiudete lo strofinaccio e fate lievitare ancora due ore.

Scaldate il forno a circa 230°, fate scivolare l'impasto, stavolta con le pieghe verso l'alto all'interno di una pentola da forno, ( io uso uno stampo con cerniera) e coprite con un foglio d'alluminio oppure con un coperchio da forno. 
Infornate per 30-35 minuti e poi togliete l'alluminio e cuocete ancora per 20 minuti.

E voilà il vostro pane è pronto!



Con farina integrale

Ora lasciamo il caldo della nostra cucina e andiamo in giardino per un assaggio di primavera e prima che arrivi la prossima ondata di freddo, almeno così dicono le previsioni...

Ecco le nuove viole per il mio giardino, le ho sistemate temporaneamente in diversi contenitori, nell'attesa di decidere dove trapiantare.




sacchetto di iuta delle lenticchie!



Intanto nell'orto si intravedono già i primi germogli...


Crescione



E per oggi è tutto, alla prossima!

65 commenti:

  1. Fantastico il tuo pane !!Per non parlare dei tuoi fiori , sono stupendi !!

    RispondiElimina
  2. Eh eh.. vedo che le viole vanno di gran voga nei blog in questo momento... siamo legate da telepatia... ;)

    RispondiElimina
  3. Il pane fatto in casa diventa una sorta di ... droga (senza effetti collaterali nocivi). Il no knead bread è nella lista dei miei desideri: devo trovare il giorno giusto in cui si incastrino i tempi delle lievitazioni.
    Per ora guardo il tuo e lo ammiro, così come le tue viole (ma qui piove!)
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sì, è una specie di droga...e poi è una soddisfazione vedere che anche le mie figlie si sono abituate a questo pane rustico e casalingo!

      Elimina
  4. Mamma mia!!!le tue viole sono bellissime ;-)
    Questa ricetta mi sembra ottima,la passeró alla mia mamma che ama fare il pane...
    Bacio e buona serata

    RispondiElimina
  5. E' bello quando ci mostri con così tanta naturalezza e bellezza la vita.. quella in bocciolo, quella che mai smette di stupire con il suo incanto. Grazie, le tue viole sono meravigliose: le adoro, con quei toni candidi e violacei.. e il tuo pane? Rustico, sincero, semplice e gustoso come piace a me! Complimenti stella!! <3 <3

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia il tuo pane Lolle!!
    Mi hai fatto venire voglia di farlo!!!
    Salvo subito la ricetta e poi ti faccio sapere!!
    Splendidi anche i fiori, un bellissimo e coloratissimo anticipo di primavera!!
    Ti abbraccio forte forte e ti auguro una felice notte
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Bellissime le foto delle viole! Amo quei colori *.*

    RispondiElimina
  8. Non ho mai provato a fare il pane in casa, da come l'hai descritto non sembra così laborioso, mi ci metterò d'impegno. Il lievito è di birra o di pasta madre?
    Grazie per condividere le tue esperienze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo pane utilizzo il lievito secco naturale senza emulsionanti di Vita Vegan, lo trovo nei negozi di alimentazione naturale e prodotti bio, una busta di 9 g è sufficiente per panificare più volte.
      Vorrei provare ad utilizzare anche il lievito madre in polvere attivato che normalmente uso per fare la pizza... non ho ancora la mia pasta madre, mi spaventano un po' i vari rinfreschi ed ho paura di fare pasticci!

      p.s. non è assolutamente laborioso!

      Elimina
    2. Grazie, cercherò di procurarmelo; oggi ad esempio sono rimasta senza pane integrale perchè la mia fornitrice non l'ha potuto fare e pensavo proprio alla tua ricetta...

      Elimina
  9. Ho segnato la ricetta,oggi impasto...ti farò sapere!
    che bello da te c'è già aria di primavera,qui ancora neve...

    RispondiElimina
  10. Propio la scorsa settimana pensavo di fare il pane, poi sono stata un po' scoraggiata dal fatto chje non ho mai fatto il lievito madre e mi sembra complicato, ma adesso proverò la tua ricetta.
    Solo una cosa dove si trova il sale integrale? nei normali super oppure in qualche negozio particolare?
    Grazie per la ricetta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni supermercati lo tengono nel reparto di prodotti naturali e dietetici, oppure lo trovi nelle erboristerie e nei negozi di alimentazione bio.
      Ti assicuro che preparare questo pane è davvero semplicissimo!

      Elimina
  11. Il pane senza impasto è stata una delle scoperte migliori del mondo dei foodblog, un pane semplicissimo da fare ma buonissimo, e anche con pochissimo lievito! Che belle queste viole, così colorate! io ancora non ho comprato niente per i miei davanzali, aspetto che sfioriscano i ciclamini, ma è così bello avere queste piantine tutte fiorite, beata che hai un giardino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, questo pane ha cambiato le nostre abitudini!

      Elimina
  12. mi piace questo pane e anche le viole!!
    ho visitato il blog che hai segnalato come fonte della ricetta, è veramente carino!

    RispondiElimina
  13. Pane e viole, melodie e profumi di casa!
    Per vedere le viole nel mio giardino dovrò aspettare ancora un paio di mesi, abito in montagna, sulle Alpi della Lombardia e le neve ancora copre ogni cosa!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  14. lolle questo pane è magnifico...che dire, al prossimo giro x monti ti toccherà portare il pranzo x tutte e tre!!!...un abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  15. Complimenti per il pane meraviglioso e le deliziose fioriture!!! Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  16. Splendido il pane, sà tanto di casa! Anche le mie violette in vaso sono fiorite, ma con il nubifragio di oggi pomeriggio.... POvere sono quasi annegate!

    RispondiElimina
  17. Che bello il tuo blog, complimenti! Pane buonissimo, io adoro il pane fatto in casa, e che belle viole!!
    Se ti va puoi partecipare al mio Linky Party "La Cucina di una Volta" con una tua ricetta! A presto! Pamela
    www.lavitafrugale.com

    RispondiElimina
  18. tutto bellissimo dolce Lole ma il pane è qualcosa di spettacolare...baci,dolce notte <3

    RispondiElimina
  19. che buono il profumo di pane che invade la casa....una volta lo facevo anch'io, ora mi manca il tempo purtroppo!!!
    La tua pagnotta è bellissima e dev'essere davvero buona.
    Nel tuo blog si respira l'aria di primavera: header nuovo e le foto di violette coloratissime...che bello!
    bacioni
    Erica

    RispondiElimina
  20. Ciao, bellissimo il tuo blog! Mi sono appena unita e ti seguirò molto volentieri
    Paola

    RispondiElimina
  21. Ciao, grazie di essere passata a trovarmi e del bellissimo commento che hai lasciato. Scopro oggi il tuo blog, complimenti è davvero bello, ti seguiro' con piacere.

    Anch'io faccio il tuo stesso pane in casa ed è davvero buonissimo!!!!

    a presto,
    Sara

    RispondiElimina
  22. Ciao lolle ,anche tu hai fatto il pane !! E' proprio bella la tua pagnotta !
    Complimenti per il pane e per le viole !Sono bellissime!
    A presto!!

    RispondiElimina
  23. ciao Lolle, questo pane devo ancora provarlo, complimenti per le viole e per i tuoi animali bellissimi ^-^

    RispondiElimina
  24. Risposte
    1. Grazie per i complimenti, passo a trovarti!

      Elimina
  25. Credo che il pane senza impasto sia uno dei migliori in assoluti permette con poca fatica di gustare un pane ottimo e ben alveolato!!! E guarda guarda.... cosa ci stava sotto quel panno non panno!! Già i germogli??? Io tra un piede che ancora non va e acqua a catinelle... rimando. Prima lo sai che devo estirpare... le lumache! Altrimenti il mio orto sarebbe solo per loro!!! Bacione grande!!!

    RispondiElimina
  26. Tra fiori e pane...adorabile post! :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  27. il tuo pane è strepitoso, e le viole le adoro!! UN abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  28. Ieri ho acquistato il sale integrale grosso, esiste anche quello fino? io non l'ho trovato cmq domani mi cimenterò e poi ti dico come è venuto, grazie per la condivisione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche il sale fino. Se non lo trovi usa il normale sale da cucina... fammi sapere!

      Elimina
  29. Lollina... che combini? Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  30. anche io ho primi germogli spero non venga brutto tempo.., non ho mai preso le viole ma mi piacciono molto mettono allegria con il loro colore
    complimenti pe ril pane è venuto bellissimo

    RispondiElimina
  31. Davvero utile questaricetta x il pane devo provare! E che belle le tue viole ! Qui continua a piovere solo ieri una breve interruzione con un pò di sole x cui ancora niente fiori e figurarsi il mio giardino è ancora al grezzo deve subire ancora la prima lavorazione.,aspetto il sole! E provò il tuo pane. Buona serata

    RispondiElimina
  32. Quante cose sto imparando girando nei vari blog...il pane con questa tecnica il no knead bread...mai sentita!! Devo assolutamente provare, mi piace fare il pane in casa, l'unico lato negativo è che ne mangio troppo!!!
    Bellissime le tue violette, mille colori...ma le hai comprate o le hai seminate tu??
    Un saluto Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, comprate...e speriamo che la neve di ieri...

      Elimina
  33. bella!:-) il pane fatto in casa e la bellezza e i colori di queste viole rendono fanno si che questo post profumi di buono e di primavera. E' vero anche qui il freddo no ne vuole sapere di abbandonarci, ma noi andiamo oltre, vero!:-) baci

    RispondiElimina
  34. e ancora più bello è il passaggio di notizie via web, quello che tu non vedi te lo fanno scoprire le amiche... ricetta salvata, grazie! voglio provarla al più presto, vedo una bella crosta croccante pronta per un filo d'olio buono!
    ciao Lolle
    un caro saluto

    RispondiElimina
  35. Sai cosa adoro di più di quando faccio il pane a casa.... il suo profumo ....
    Mi hai fatto venir voglia di impastare
    visto che sono di festa quasi quasi...
    bacetti Sara

    RispondiElimina
  36. Chissà perché, ma chi ama il giardino ama anche cucinare...

    Bel blog, passerò spesso a trovarti!

    RispondiElimina
  37. E' tanto che non faccio il pane in casa, mi hai fatto venire una voglia matta di riprovare. Bacioni
    Emi

    RispondiElimina
  38. Giornata di sole dopo la fitta nevicata e guardando le tue viole è come se le vedessi spuntare dalla bellissima neve!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  39. pane e viole, mi fa venire in mente la canzone messico e nuvole tanto mi sembra poetico l'accoppiamento

    RispondiElimina
  40. Che meraviglia Lolle...un pane meraviglioso!!! Normalmente preparo il pane una volta a settimana con il mio lievito madre che rinfresco ogni quattro giorni! Ultimamente però una brutta tendinite al braccio destro mi obbliga al riposo e sono in crisi di astinenza! Voglio assolutamente provare questa ricetta e ti farò sapere!
    Ho notato che il tuo giardino si sta riempiendo di colori...di nuova vita...finalmente è arrivata la primavera!:)
    Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  41. Ottima ricetta, perfetta come sempre!!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  42. Molto comodo un pane senza impasto. Sono bellissime le foto del tuo orto e dei germogli che stanno nascendo. Mi presento: mi chiamo Maria Grazia e sono una tua nuova lettrice!

    RispondiElimina
  43. Fantastico questo pane...è da un po' che lo voglio provare....io faccio delle ciabatte che sono senza impasto ma questo sembra proprio ottimo già a partire da quella bella crosta!!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  44. quanto è bello fare il pane in casa!!! e quanta soddisfazione quando si mangia!!!!
    meravigliose le tue viole, nel mio giardino ne sono spuntate qua e là di quelle selvatiche, piccole e così delicate!!!

    RispondiElimina