venerdì 20 aprile 2012

Ferrara

In questi ultimo anno ho avuto la possibilità, grazie ad un incarico di lavoro di mia sorella all'università di Ferrara, di visitare questa bellissima città più volte e di poterne apprezzare la bellezza.


In queste mie visite, sono stata ospite di mia sorella, (budget molto ridotto!) condividendo con lei le stanze che di volta in volta prende in affitto, stanze che in effetti meriterebbero un post a parte! L'ultima stanza- appartamento poi è molto "esclusiva" nel senso che puoi fare solo una cosa per volta: o mangi o fai il letto, mi spiego: se metti giù il materasso, il frigo non si apre e la seggiola non la puoi togliere da sotto il tavolo... però, se ti stendi e allunghi un attimo i piedi, li infili direttamente sotto il rubinetto della cucina! Naturalmente, con un ospite in casa, (la sottoscritta) l'appartamento si riduce ulteriormente! 

Tralasciamo la descrizione degli alloggi, che per noi è sempre fonte di divertimento, per visitare un po' Ferrara.

Ripongo ancora una volta la piantina di questa città, è una di quelle cartine tascabili, omaggio dell'ufficio turistico,  con i punti di interesse (tanti) ben segnalati, è molto consumata perché, quando Dio ha distribuito il senso dell'orientamento, io non ero presente!

Ma non ho intenzione di farvi da cicerone attraverso le tante bellezze di questa città, lascio ad altri, più preparati di me, il compito.
Perché Ferrara, in questi brevi viaggi,  mi ha dato sopratutto l'occasione di essere di nuovo "padrona" assoluta del mio tempo, anche se solo per un paio di giorni per volta!!!
Non fraintendetemi, amo la mia famiglia più di ogni altra cosa, ma negli anni dell'infanzia delle mie figlie mi sono dedicata completamente ad essa (e ne sono stata ampiamente ripagata!!!), ma avevo dimenticato cosa significa viaggiare da sola, decidere cosa fare e cosa vedere seguendo esclusivamente i propri gusti e preferenze; in cinque, mettersi d'accordo non è sempre facile! 
Quattro brevi viaggi, in quattro mesi diversi dell'anno, un'occasione unica per stare sola con me stessa, per vagabondare senza meta, per visitare musei, vedere monumenti, cenare seduta ad un ristorante chiacchierando con la mia sorellina fino a tardi....
Qualche volta, abbandonare i panni di Penelope per vestire quelli di Ulisse è davvero appagante... ed è così bello poi, tornare a casa e sentire quanto affetto ci aspetta!

Fatte le dovute premesse, vi lascio alle immagini di Ferrara, chi conosce già questa città, non avrà difficoltà a riconoscere luoghi, strade o monumenti, chi ha amato il bellissimo romanzo di Bassani "Il giardino dei Finzi Contini" cercherà tracce dell'esistenza della sfortunata famiglia e del famoso giardino...
Io ho percorso a piedi l'intera città, dal piazzale della stazione al centro, con la bella piazza ed il Castello, fino alla Certosa ed al suo cimitero che, con i suoi angeli di pietra, ci esorta a ricordare quanto la vita sia fragile.
Oppure a palazzo Schifanoia, in una bella mattina d'aprile, sorseggiando un caffè nel curioso bar nel cortile sotto una cascata di fiori di ciliegio, o ancora nella campagna dentro le mura catapultata in un delizioso paesaggio agricolo, e poi ancora il giardino botanico, le mura, i musei....














































Grazie per la pazienza... a presto!

27 commenti:

  1. Quante belle foto, il castello di Ferrara è stupendo da visitare!! felice fine settimana....ciao

    RispondiElimina
  2. che foto meravigliose e posti incantevoli

    RispondiElimina
  3. Eh cara, Ferrara, una della città più belle che io conosca; l'ho girata in lungo e in largo a piedi ed in bicletta; magnifica; i luoghi che hai elencato li conosco e riconosco benissimo, Schifanoia, il Cimitero Ebraico, la palazzina di Marfisa d'Este, il Castello, ma anche i vicoli, via delle volte, la Biblioteca Ariostea ed il mercatino a piazzale delle Erbe e poi il giro in bicletta delle mura......considera che tutte le mie visite sono state dopo aver letto il giardino dei finzi contini di Giogio Bassani, quindi avevo già in mente la pianta della città, è proprio bella. In uno dei questi soggiorni abbiamo anche approfittato per vedere Comacchio ed il Delta del Po, che meraviglia, che zone. Io ho alloggiato sempre in Corso Giovecca quindi al centro, ed inoltre a Palazzo Massari ho scoperto il museo del mio pittore preferito, giovanni Boldini, insomma è una città che mi piace, Quartiere Ebraico compreso, l'unica zona in cui ho perso il senso dell'orientamento! fr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro Boldini! Ho visitato la mostra due volte!!!
      Ma mi mancano Comacchio e il Delta del Po... ottima scusa per tornarci!
      Ciao!

      Elimina
  4. Avevo un amico di Ferrara che però non sono mai riuscita ad andare a trovare, poi ho letto "Le notti al Santa Caterina" e mi è tornata una voglia matta di andarci, ora le tue foto...mi sa che ci devo andare è un segno del destino!

    RispondiElimina
  5. Hai ragione, Ferrara è una città incantevole, ricca di tesori e di angoli suggestivi. E' fuori dalle rotte turistiche più frequentate, ha ritmi diversi da quelli sempre di corsa a cui noi siamo abituati, una cucina ricca,un pane superlativo e un dolce (il pampapato) che mi fa sdilinquire. A presto!
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudette da ferrarese e amante del cibo quale sono, mi sento lusingata del tuo commento sul "pane superlativo"... ma purtroppo questa cosa per me è una ferita aperta: tanti fornai hanno chiuso il loro forno e ora il pane lo fanno le catene di forni industriali... non c'è neanche da mettere: il pane non sembra più lo stesso. Questo per me è come star perdendo un tesoro impagabile :-(

      Elimina
    2. Claudette.... buongustaia! Pane, grissini, Panpapato, ravioli... che delizie!

      Elimina
    3. Ma che bello anche perdersi a naso in su nei vicoli medievali, rimirare le facciate dei palazzi del Rinascimento o stupirsidi fronte all'eleganza del Duomo con la sua facciata insolita e preziosa!
      Claudette

      Elimina
  6. Che bel reportage di una città davvero magnifica e ancora a misura d'uomo.
    Bravissima Orietta
    baci
    Mari

    RispondiElimina
  7. Sono stata a Ferrara in gita scolastica un bel po' di anni fa,la ricordo bene pero',una delle citta' piu' belle che ho visitato..mi hai fatto ricordare i bei tempi andati..

    RispondiElimina
  8. Ommammamia!!! Sono commossa di tutte queste belle foto e soprattutto di tutti questi commenti Lolle... sai perchè?? Perchè io a Ferrara ci abitooooooo!!!! :-D
    Concordo con quello che dite: è davvero un bell'angolo d'Italia, con ritmi diversi e a misura d'uomo. Qualcuno sostiene che per questo Ferrara è "addormentata" e "arretrata"... sarà pur vero, ma io l'adoro e ha degli angoli incantevoli :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo che sei ferrarese! Avevi già riconosciuto lo spaventapasseri della campagna dentro le mura della fotografia di qualche post fa!
      Che posso dire... sei fortunata, Ferrara è davvero incantevole!

      Elimina
  9. Sapessi quante volte in vita mia mi sono ripromessa di andare a Ferrara, e poi non l'ho mai fatto! E adesso mi hai fatto rendere conto di quanta bellezza mi sono persa! E in più mi hai ristuzzicato questa promessa fatta a me stessa... Fosse la volta buona... Un abbraccio e grazie per lo splendido tour fotografico!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Lolle. Devo dire che mi pungi sul vivo! Anch'io sono anni che cerco di organizzare una gita in questa meravigliosa città e non sono ancora riuscita ad andare. Ho letto però Il giardino dei Finzi Contini con piacere e lo consiglio. Le foto sono bellissime.
    Buon fine settimana.

    Deborah

    RispondiElimina
  11. Io non abito proprio proprio a Ferrara, ma nella sua provincia! Ci ho fatto parte dell'università e legato ad ogni angolo ho un bel ricordo...per questo le tue foto mi hanno emozionata!

    RispondiElimina
  12. che meraviglia :) spero di vederla anch'io un giorno :D

    RispondiElimina
  13. Bellissimo post e bellissime foto che mi hanno riportato in una città che ho amato tantissimo! E' stato un regalo di compleanno di mio marito: due giorni io e lui in questa splendida Ferrara, a piedi e in bicicletta!
    Beata te che puoi tornarci dalla sorellina, così hai due motivi per andarci!

    RispondiElimina
  14. Ps. Il Giardino dei Finzi Conti mi era piaciuto tantissimo e anche io l'ho cercato in ogni luogo!

    RispondiElimina
  15. Lolle, sei invitata a partecipare: http://rumoredifusa.blogspot.it/2012/04/premio.html :-)

    RispondiElimina
  16. adoro ferrara, ogni volta che ci vado mi incanto a guardarla!

    RispondiElimina
  17. Sono stata solo due volte a Ferrara parecchi anni fa e le tue foto mi ci hanno ricondotto. Anche io ho pensato al bel libro di Bassani di cui avevo visto anche il film con un Lino Capolicchio che, allora, mi piaceva molto. Grazie per questa bella full immersion.

    RispondiElimina
  18. Grazie per aver mostrato tante belle immagini di questa città che conosco solo di sfuggita. Le tue quattro uscite le ricorderai a lungo, è bello di tanto in tanto essere completamente padroni del proprio tempo.Baci
    Emi

    RispondiElimina
  19. Che splendida carrellata di foto: davvero una città incantevole!
    Claudia

    RispondiElimina
  20. Ho riletto di nuovo il Post su Ferrara, e subito alla mente mi sono ritornate le passeggiate in bicicletta sulle mura a partire da Porta degli Angeli ovviamente, proprio nelle vicinanze della casa dei Finzi Contini (che non c'è). per chi volesse approfondire c'è anche "il romanzo di Ferrara" di Giorgio Bassani in cui è facile ritrovare gli angoli più belli della città.

    RispondiElimina